Microsoft, una dashboard online per controllare la privacy

Microsoft, una dashboard online per controllare la privacy

Saba Mula
Gennaio 11, 2017

Il pannello web consente di stabilire quali dati sono stati condivisi con Microsoft a partire dai vari dispositivi Windows: ci sono la cronologia delle esplorazioni, delle ricerche su Bing, degli spostamenti, gli appunti di Cortana, le attività relative alla salute.

Con l'Update, si legge in un post del vicepresidente di Microsoft Terry Myerson, verrà semplificata la raccolta, da parte dell'azienda, dei dati di diagnostica, passando da tre livelli a due: Basic o Full. Queste novità saranno presto implementate in versione beta nella build per Windows Insider, e verranno poi rese disponibili a tutti gli utenti non appena arriverà il Windows 10 Creators Update.

Oggi Microsoft riconferma il proprio impegno nella trasparenza in materia di privacy proponendo una nuova dashboard digitale, che permette all'utente di consultare e amministrare i propri dati in modo semplice e veloce. Il tutto da un unico account. Ultimo in ordine di tempo, il j'accuse lanciato dalla Electronic Frontier Foundation puntava il dito sulla mole senza precedenti di dati utente raccolti da Microsoft, per fini per lo più diagnostici. Per il livello Basic sarà implementata un'ulteriore riduzione dei dati raccolti, limitandoli alle informazioni indispensabili per il funzionamento di Windows.