L'ultimo discorso di Obama da presidente desti Stati Uniti

L'ultimo discorso di Obama da presidente desti Stati Uniti

Bruto Chiappetta
Gennaio 11, 2017

La Russia, secondo varie fonti giornalistiche, sarebbe entrata in possesso di informazioni compromettenti sul nuovo presidente degli Stati Uniti.

"Da quando sono vegana - spiega la ragazza emozionata all'ex presidente degli Stati Uniti - sto cercando di convincere tutti a diventarlo, perché in pochi sanno, per esempio, che è l'industria della carne ad avere il maggior impatto sull'ambiente e sull'inquinamento, ma capisco che molti non vogliono diventarlo, ora mi chiedo, come possiamo diffondere comunque questa consapevolezza il più possibile?" chiede Lia Marie ad Obama. "E' stato un onore servire gli americani, non mi fermero'", aggiunge, e afferma che il futuro del Paese dipende dalla salvaguardia di quei principi di liberta', uguaglianza, democrazia che furono dei padri fondatori, e che in questa fase soprattutto la minaccia del terrorismo rischia di intaccare. Stando a quanto emerge, il rapporto è stato incluso come appendice alla relazione dell'intelligence Usa sulle cyberintrusioni guidate dalla Russia, ma non è frutto di quella inchiesta. Notizie false, ha insistito il presidente eletto su Twitter. La stanza d'albergo, scrive Newsweek citando il rapporto, era monitorata dai servizi segreti russi, che avrebbero sfruttato la "ben conosciuta ossessione di Trump per il sesso" organizzando "una serata per lui con un gruppo di prostitute con videocamere e microfoni nascosti che registravano" tutto.

A Trump lascerà anche la sua amatissima riforma sanitaria, la cosiddetta 'Obamacare', "che ha dato copertura ad altri 20 milioni di cittadini" - e che il futuro Presidente non ha mai nascosto di voler cancellare - così come le riforme ambientaliste, che verranno per forza di cose affidate a chi, in campagna elettorale, ha sostenuto che il cambiamento climatico fosse un'invenzione messa in piedi dalla Cina in modo frenare il progresso industriale statunitense.

Le informazioni del documento non sono state verificate e il testo contiene errori fattuali su alcuni dettagli di secondo piano.

All'indagine dell'intelligence avrebbe contribuito anche un ex agente britannico che gli 007 americani considerano affidabile.