Giulio Occhionero, lo spione con legami con la massoneria

Giulio Occhionero, lo spione con legami con la massoneria

Bruto Chiappetta
Gennaio 11, 2017

Tra gli "spiati" c'erano personaggi come Renzi, Draghi e Monti.

Lui, Giulio Occhionero è un'ingegnere nucleare di 45 anni con la passione per la massoneria, suo nonno anche era un fisico che ha lavorato alla Nasa e lui stesso anche era un massone. Lo ritraggono cosi i primi anni dopo la laurea, in giro e ospite di serata di gala e a cena con belle donne. Laureati entrambi alla Sapienza di Roma, hanno fondato una start up, la Westland Securities, società che ha collaborato con il governo USA in operazioni finanziarie per la costruzione di alcune infrastrutture nel porto di Taranto. Ma non si aspettava un'irruzione in casa sua in una zona elegante del nord della Capitale. Da circa quindici anni Francesca Maria - racconta il suo curriculum su Linkedin - ha ricoperto "ruoli direzionali all'interno di diverse società e in consigli di amministrazione, occupandosi e maturando quindi esperienza sia nei settori tipicamente connessi allo start up di nuove aziende, alla gestione aziendale in genere (gestione del personale, dell'amministrazione, del contenzioso - legale, societario, amministrativo e giuslavoristico) che in quelli più direttamente legati alla gestione delle relazioni con la clientela". "L'ingegnere, si legge, era membro della loggia "Paolo Ungari - Nicola Ricciotti Pensiero e Azione" di Roma, della quale in passato ha ricoperto il ruolo di Maetro Venerabile, parte delle logge di Grande Oriente d'Italia". Dall'ordinanza di custodia cautelare emerge lo stretto rapporto tra i due fratelli e il loro forte senso di protezione nei confronti dell'anziana madre.

Arrestati a Roma Giulio e Francesca Maria Occhionero, i due fratelli che dal 2011 al 2016 hanno spiato le stanze del potere italiane senza essere mai fermati.