Giovane morto a Torino, esami confermano ucciso dalla meningite

Giovane morto a Torino, esami confermano ucciso dalla meningite

Prospero Rigali
Gennaio 11, 2017

Quest'ultimo è consigliato anche per i ragazzi che non sono stati vaccinati da piccoli e dovrebbe essere effettuato anche da chi visita Paesi in cui sono diffusi i sierogruppi del meningococco contenuti nel vaccino.

A causa della contagiosità di uno dei due pazienti venti persone sono state sottoposte alla profilassi prevista per questi casi. La conferma è giunta dopo le analisi molecolari. "Degli altri chi vuole lo può fare con calma, perché non c'è nessuna emergenza". "La diffusione della meningite è sovrapponibile a quella dell'anno precedente".

Meningite: "Ma io come mi vaccino?".

La temperatura corporea tende a diventare più elevata soprattutto quando viene somministrato il vaccino contro il meningococco B. In casi rari si possono verificare reazioni allergiche. "Un caso in Piemonte nel mese di gennaio non può considerarsi un evento inatteso, non c'è da allarmarsi" ha ribadito all'Adnkronos Vittorio Demicheli, epidemiologo della direzione sanitaria della Regione Piemonte precisando che "a dispetto della pericolosità si tratta di un batterio labilissimo che sopravvive per pochi minuti fuori dal corpo umano quindi il contagio è assai limitato".

Per chi è stato vaccinato da bambino al momento non è previsto alcun richiamo, anche se è comunque consigliabile effettuarlo. "Vaccinarsi ha sempre senso" risponde l'esperto, "ma, con l'eccezione della Toscana, la vaccinazione è raccomandata a bambini e adolescenti".

La situazione nel resto d'Italia. Dall'azienda ospedaliero universitaria spiegano che il ragazzo, febbricitante da alcuni giorni, è stato trasportato in Pronto soccorso con l'elisoccorso; all'arrivo era già in condizioni disperate ed è morto poco dopo.

E' stato invece colpito da meningite da pneumococco, e non da meningococco, l'uomo di 49 anni di Busto Garolfo ricoverato dal 6 gennaio all'ospedale Civile di Legnano, nel Milanese.

Una bambina di otto anni, residente a Trani, dove è ospite con la madre in una comunità religiosa, è giunta all'ospedale di Bisceglie con i sintomi della meningite. Lo ha detto l'assessore al Welfare di Regione Lombardia Giulio Gallera in merito all'uomo ricoverato a Legnano. Ci sono casi fra gli anziani e infatti con il prossimo piano vaccinale l'immunizzazione sarà offerta anche a chi ha più di 65 anni.