Ferrara, marito e moglie trovati morti Sui cadaveri evidenti segni di aggressione

Ferrara, marito e moglie trovati morti Sui cadaveri evidenti segni di aggressione

Aldobrando Tartaglia
Gennaio 11, 2017

Le indagini sul duplice omicidio di Pontelangorino sono alla svolta: fermati il figlio sedicenne e un suo amico per l'omicidio del padre e della madre, Salvatore Vincelli, 59 anni, e Nunzia Di Gianni, 45 anni, massacrati nella loro villetta a colpi in testa e poi avvolti in sacchi di plastica.

Il fatto che siano stati trovati in due punti diversi della casa ha fatto supporre che siano stati uccisi in due momenti diversi.

Dai primi accertamenti, sui corpi risultano segni di aggressione e si indaga per duplice omicidio. La coppia viveva in affitto in via Fronte Primo Tronco, a Pontemaodino, teatro della tragedia.

"E' un avvenimento che ha sconvolto tutta la comunità" ha commentato il sindaco di Codigoro, Alice Zanardi.

È in stato di fermo il figlio 16enne della coppia trovata morta in casa ieri a Pontelagorino, nel Ferrarese. La sua versione era sembrata subito contraddittoria.

Il ragazzo è stato ascoltato per ore nella notte e alla fine gli inquirenti hanno deciso il provvedimento, che riguarda anche un suo amico. Chi ha ucciso, scrive la Nuova Ferrara riportando alcune indiscrezioni, probabilmente aveva libero accesso in casa.