Al via il bonus alberghi per spese di ristrutturazione ed efficientamento energetico

Bruto Chiappetta
Gennaio 11, 2017

Il Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo ha aperto ieri, 9 gennaio, la procedura per accedere al tax credit, il credito di imposta per le spese di ristrutturazione, riqualificazione o adeguamento energetico delle strutture alberghiere relativamente alle spese sostenute nel 2016. La domanda per il bonus alberghi va presentata obbligatoriamente in forma telematica, utilizzando il portale dei procedimenti Mibact (è necessario effettuare l'iscrizione). Il ministero precisa che l'ultimo giorno di compilazione, ovvero il 27 gennaio, non garantisce tempestiva risposta alle eventuali e-mail. L'invio telematico dell'istanza, click day, potrà avvenire dal 2 al 3 febbraio 2017.

Gli interventi che possono beneficiare di questa agevolazione sono la ristrutturazione edilizia, l'eliminazione delle barriere architettoniche, l'incremento dell'efficienza energetica e l'acquisto di mobili e componenti d'arredo.

Per l'edizione 2016 non sono ammessi all'incentivo altre strutture ricettive come ostelli della gioventù, rifugi di montagna, colonie marine e montane, residence, campeggi, villaggi turistici, aree di sosta, parchi vacanza, bed & breakfast, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti vacanze.

Nel 2017 e nel 2018 il bonus sarà ancora operativo con percentuali di detrazione maggiore (sino al 65%) ma per spese specifiche.