Agrigento

Agrigento "protagonista" della serie tv "I Bastardi di Pizzofalcone"

Quintino Maisto
Gennaio 11, 2017

"I Bastardi di Pizzofalcone" per la regia Carlo Carlei è una coproduzione Rai Fiction - Clemart, realizzata da Massimo Martino e Gabriella Buontempo. Tratta dai romanzi di Maurizio de Giovanni. La terza puntata sarà trasmessa lunedì 16 gennaio alle 21.25 su Rai 1 e vedrà l'Ispettore Lojacono ed i suoi colleghi del Commissariato di Pizzofalcone alle prese con un nuovo intricato caso di omicidio.

Tutte storie ambientate in una Napoli fatta di gente perbene, lontana dalle violenze e dalle brutture della camorra.

Fino a che il commissariato non chiude, i Bastardi di Pizzofalcone hanno l'ordine di non occuparsi di casi d'omicidio. E a volte sono incontrollabili. La risoluzione del caso riesce a riscattare i "bastardi di Pizzofalcone" a cui viene affidata immediatamente una nuova indagine guidata dal commissario Lojacono che acquista più stima dai suoi collaboratori. Sua moglie, appena saputo dell'infamia che lo aveva colpito, lo ha lasciato trasferendosi da Agrigento a Palermo insieme a Marinella, la loro figlia adorata. In seguito a questa chiusura rimangono solo due agenti a smaltire le pratiche e dietro la scusa di rimpolpare la squadra, tutti gli altri commissariati della città mandano proprio a Pizzofalcone quei poliziotti considerati un pò scomodi. Il cast è ben nutrito ma non poteva essere diversamente, visto che parliamo di fiction Rai e dunque di prodotti dalle grandi pretese. Il commissariato di Pizzofalcone si trova a Napoli, tra i quartieri spagnoli e il lungomare. Ma un altro omicidio, che si scoprirà avere un diretto collegamento con il primo e con altre morti del passato, svelerà nuovi e sorprendenti scenari. Un riconoscimento che devono riuscire a mantenere giorno dopo giorno.

L'anziano Giorgio Pisanelli e Ottavia Calabrese sono gli unici membri della vecchia squadra di Pizzofalcone. Napoli è una città dalle straordinarie potenzialità che va amata, protetta, difesa. Infine c'è Marco Aragona, un raccomandato che si gioca la sua ultima chance. Perché I Bastardi di Pizzofalcone?

Una trasposizione, oltre che di successo, di qualità. La trama de I Bastardi di Pizzafalcone si sviluppa intorno ad una serie di personaggi dall'etica professionale molto discutibile come il vicequestore Lojacono.

Assente il protagonista, Alessandro Gassmann, trattenuto dalla febbre, così come il sindaco de Magistris, fermato per lo stesso motivo.