Riva Fire, amministrazione straordinaria

Riva Fire, amministrazione straordinaria

Aldobrando Tartaglia
Dicembre 7, 2016

La società Riva Fire, holding del Gruppo Riva, ha cambiato denominazione in 'Partecipazioni industriali' e da ieri è in amministrazione straordinaria per un provvedimento ministeriale.Lo si è appreso durante l'udienza del processo per disastro ambientale a Taranto.

I difensori di i va Forni Elettrici hanno depositato istanza di patteggiamento.

L'udienza è slittata al 17 gennaio. E' inoltre intenzione della società patteggiare. Dietro alla scelta processuale c'e l'accordo di cessate il fuoco chiuso nei giorni scorsi tra commissari Ilva e famiglia Riva per il rientro di 1,3 miliardi di euro dalla Svizzera da destinare alla bonifica degli impianti siderurgici di Taranto. L'intesa per Ilva prevede 3 milioni di sanzione, 8 mesi di commissariamento giudiziale e 241 milioni di confisca. A margine dell'udienza alcune parti civili hanno protestato con cartelli contro il ricorso al patteggiamento ritenendo che possa questo esonerare dal risarcimento danni. Le richieste saranno valutate probabilmente da un collegio di giudici nominati dal presidente del tribunale di Taranto.