Milan:Berlusconi,disposti 1 mese proroga

Milan:Berlusconi,disposti 1 mese proroga

Minervino Buccola
Dicembre 2, 2016

Parliamo naturalmente dell'opzione che sta prendendo sempre maggiore consistenza riguardo la complicata trattativa che dovrebbe portare alla cessione del Milan: una proroga concessa ai nuovi acquirenti cinesi, a patto di una nuova sostanziosa caparra e soprattutto una ridefinizione degli accordi.

Negli studi di Domenica Live in onda su Canale 5, il presidente rossonero si è così espresso in merito alla scenografia a lui dedicata dalla Curva Sud di San Siro durante il derby di domenica scorsa: "Mi hanno fatto un regalo davanti a cui non ci si poteva non commuovere".

Il destino rossonero è ancora in bilico, il closing del 13 dicembre può essere quanto meno posticipato. Il motivo lo ha spiegato lo stesso Berlusconi a SkyTg24. Se il giorno fissato il closing non fosse raggiungibile a causa delle autorizzazioni e ci fosse la dimostrazione dalle banche dell'esistenza di questi soldi che restano da versare, potrebbero dare tempo in più di un mese, un mese e mezzo. Adesso privarmene è sicuramente un grande sacrificio, vorrà dire che se questi capitalisti cinesi non dovessero concludere la negoziazione...eh beh non lo possiamo lasciare senza un proprietario, dovrò rinteressarmene ma allora avrei tutto un altro programma, e ho già in mente la formazione. Ho saputo poi che hanno impiegato 3 mesi per prepararlo con un Silvio Berlusconi molto raffigurante, un bel ritratto di me stesso, ero anche più bello di quello che sono realmente.

Il problema principale, quindi, sembra essere quello più importante. In questo caso servirà un'intesa per le operazioni di mercato a gennaio e, se la cessione andrà in porto, andranno chiariti vari aspetti, dall'identità degli investitori al ruolo di Berlusconi.

"Bisogna vedere cosa succederà - ha detto Galliani a Premium -".

Non c'è alcun dubbio sul futuro del Milan, che sarà in mano ai cinesi. Conosco la burocrazia cinese, so che ci sono tempi molto lunghi per ottenere le autorizzazioni. In sostanza una volta presentate tutte le garanzie economiche e progettuali Berlusconi e Fininvest concederanno una proroga solo dopo che sarà versata un'ulteriore cifra a fondo perduto.