Mafia Capitale, chiesti altri 24 rinvii a giudizio

Mafia Capitale, chiesti altri 24 rinvii a giudizio

Aldobrando Tartaglia
Dicembre 2, 2016

Uno dei tre filoni dell'inchiesta sul "Mondo di Mezzo" si conclude con ventiquattro richieste di rinvio a giudizio nei confronti di altrettanti indagati.

Una ventina gli episodi penalmente rilevanti presi in considerazione e che fino ad oggi sono stati tenuti fuori dal processo principale; i reati ipotizzati sono quelli di turbativa d'asta, corruzione, finanziamento illecito e rivelazione del segreto d'ufficio.

Chiesto, infine, il rinvio a giudizio per l'ex sindaco del Comune di Sant'Oreste Sergio Menichelli, l'allora presidente della cooperativa Capodarco Maurizio Marotta e l'ex direttore del dipartimento Ambiente del Campidoglio Fabio Tancredi. Stralciate le posizioni di Eugenio Patanè e Marco Vincenzi, ex consiglieri Pd alla Regione Lazio nelle fila del Pd.

Ora il procuratore aggiunto Paolo Ielo, d'intesa con i pm Giuseppe Cascini e Luca Tescaroli, chiede il processo per Buzzi, Fiscon, l'ex capogruppo Pd nel consiglio comunale di Roma, Francesco D'Ausilio, ed altre 21 persone.

La procura di Roma ha chiesto altri 24 rinvii a giudizio, dopo aver chiuso la terza trance di indagine su Mafia Capitale.