Bob Dylan snobba Barack Obama

Bob Dylan snobba Barack Obama

Quintino Maisto
Dicembre 2, 2016

"Così tutti si possono rilassare".

Bob Dylan andò invece alla Casa Bianca nel 2012, quando Obama gli conferì personalmente la "Medaglia per la Liberta'", la più alta onorificenza civile degli Stati Uniti. Non sembra difficile crederlo, anche se pure in quell'occasione il premio Nobel si dileguò un istante dopo l'investitura, dopo un veloce e laconico ringraziamento.

Bob Dylan, il song-writer statunitense insignito quest'anno del premio Nobel per la letteratura, non s'è presentato ieri alla Casa bianca dove il presidente Usa Barack Obama l'aveva convocato assieme agli altri Nobel americani."Purtroppo Bob Dylan non sarà alla Casa bianca oggi", ha dichiarato Josh Earnest, portavoce del presidente americano, precisando che il cantautore non ha fornito spiegazioni per la sua assenza. "Daremo aggiornamenti non appena possibile". O si tratta di problemi personali oppure la sua decisione, come molti credono, sopratutto chi lo conosce e segue da decenni, è il semplice frutto di una scelta d'intuito, quella di una natura libera da impellenze gerarchiche, dall'ansia di dover rendere conto a chi la onora e la giudica.