Teschi umani in edificio centro Norcia

Teschi umani in edificio centro Norcia

Aldobrando Tartaglia
Novembre 30, 2016

Nel cuore del centro storico di Norcia, interdetto dopo la scossa del 30 novembre scorso, i vigili del fuoco e i carabinieri hanno trovato in una cantina resti umani: tre teschi. Durante un sopralluogo volto a verificare la stabilità strutturale di un edificio sito nei pressi di Via Anicia, i Vigili del Fuoco hanno notano dei resti umani all'interno di un seminterrato. Si tratta di teschi umani in parte scomposti appartenuti a persone morte molto parecchio tempo addietro.

Il locale, uno scantinato all'apparenza inutilizzato da alcuni decenni e facente parte di un edificio del XVII secolo, ricco di polvere, ragnatele e cianfrusaglie varie, nascondeva un'inquietante sorpresa. Dopo essersi fatti largo tra i calcinacci e i massi che ancora intralciano l'entrata del seminterrato, i carabinieri hanno recuperato i teschi, che sono stati posti sotto sequestro. Gli inquirenti hanno quindi identificato il proprietario del locale, un anziano non residente a Norcia, che ha spiegato di aver ereditato la proprietà dalla famiglia a cui appartiene da generazione e poi ha assicurato di non aver mai visto i teschi rinvenuti nell'ambito della verifica di agibilità dello stabile. I carabinieri annunciano che si dovrà procedere alla datazione dei tre teschi per cercare di capire a chi potrebbero essere appartenuti.