Mps: in Borsa chiude con balzo 17,4%

Mps: in Borsa chiude con balzo 17,4%

Bruto Chiappetta
Novembre 30, 2016

Quanto al resto, Piazza Affari chiude in forte calo.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 29 nov - Mps tenta di recuperare terreno a Piazza Affari dopo lo scivolone (-14%) di ieri: i titoli dell'istituto senese fanno segnare la migliore prestazione tra le blue chip guadagnando il 5,57% a 18,2 euro. Banco Popolare cede il 4,04%, Bpm il 3,76%, Unicredit il 3,55%, Intesa il 2,52% e Ubi il 2,24%.

Ieri, lunedì, è partita la conversione volontaria dei bond subordinati in azioni dell'istituto e Mps ha incassato l'adesione di Generali: il cda della compagnia ha infatti "valutato favorevolmente" l'operazione. Lo si legge in una nota della banca. "Forse era lunedì e non avevano tante cose da dire".

In apnea Telecom Italia, che arretra del 2,66%. Più cauto Mario Draghi, secondo il quale è "molto difficile valutare l'impatto" del voto del voto a lungo termine.

Dal lato dei ribassi, marginali correzione per Tenaris -1,74% e Saipem -0,87%, titoli legati all'energia e condizionati dalla fitta nebbia che circonda il meeting dell'Opec chiamato a tagliare la produzione giornaliera di petrolio per sostenerne le quotazioni. I mercati sono nervosi per l'avvicinarsi del referendum del 4 dicembre e non aiuta che il Financial Times abbia stilato i nomi di 8 banche italiane, che rischierebbero il fallimento nel caso di vittoria del "no". Intanto sia la Corte di Cassazione che quella Costituzionale hanno bocciato perchè "inammissibili" (per difetto di legittimazione) i ricorsi presentati dal Codacons contro il quesito referendario e contro gli atti di indizione del referendum.