Sesso per una casa popolare, arrestato funzionario nel Milanese

Sesso per una casa popolare, arrestato funzionario nel Milanese

Aldobrando Tartaglia
Novembre 22, 2016

Questa la scoperta della di Guardia di Finanza di Legnano, comune della provincia di Milano, che stamattina ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari nei confronti di un funzionario responsabile dell'Area Servizi alla Persona del Comune di Rescaldina. Secondo l'accusa le vittime, donne disperate con figli piccoli e la paura di non arrivare a fine mese, venivano indotte a concedersi in cambio di un assegno di sostegno o dell'assegnazione di un alloggio comunale.

Sesso in cambio di contributi e agevolazioni per ottenere case popolari.

Gli agenti della Guardia di Finanza si sono serviti di intercettazioni ambientali e registrazioni di immagini tramite telecamere nascoste: nel corso dell'operazione sono stati anche sequestrati una serie di documenti inerenti le gare di appalto di cui si occupava l'accusato, ora all'esame degli inquirenti. Dalle anomalie nel bilancio, gli investigatori sono risaliti al funzionario, documentandone le condotte illecite. L'uomo, una volta arrestato dai finanzieri a casa sua, a quanto si apprende non avrebbe proferito parola. Quando al Comune perverranno le documentazioni ufficiali sulla sua posizione, potrebbe essere sospeso e, in caso di condanna, licenziato. Poi ha proseguito parlando della "sofferenza della giornata di oggi: non sara' una delle pagine piu' belle del mio mandato - prosegue Cattaneo - da cose come questa nascono poi situazioni migliori, ma il passaggio e' sempre doloroso".