Primario aggredito, l'appello della Procura:

Primario aggredito, l'appello della Procura: "Chi ha trovato la pistola?"

Prospero Rigali
Novembre 16, 2016

Il primo giorno, la procura ha reso noto che Tondi è stato testimone di un processo che riguarda episodi di corruzione nella sanità modenese.

Primario aggredito, ce#39;è le#39;identikit delle#39;uomo: sale le#39;ipotesi vendetta
Il dottor Tondi migliora: ora è caccia all'uomo accusato di tentato omicidio

E' caccia all'aggressore del primario della cardiologia dell'ospedale Sant'Agostino-Estense di Baggiovara di Modena, Stefano Tondi colpito agli occhi con soda caustica da un uomo che ha utilizzato una pistola ad acqua riempita di sostanza acida. Il procuratore capo di Modena Lucia Musti ha precisato che, appunto, l'inchiesta ipotizza ora il reato di tentato omicidio. Determinanti saranno le risposte del Ris di Parma che sta studiando le impronte sulla pistola giocattolo trovata poco lontano dal luogo dell'attacco vicino ad un cassonetto. Al suo interno è stato rinvenuto anche del liquido che verrà comparato con quello che ha colpito la vittima per avere un'ulteriore conferma. La pistola sarebbe stata trovata asciutta, nonostante l'umidità del terreno su cui era stata posata, ed è per questo che l'ipotesi degli inquirenti è che sia stata maneggiata da una terza persona (diversa quindi dall'aggressore) invitata, nel caso, a presentarsi in Procura o ai carabinieri per fornire tutte le informazioni in suo possesso. L'uomo è ricoverato insieme l figlio 19 enne, che nell'agguato ha riportato danni di entità minore al cuoio cappelluto, al Policlinico di Modena. Dopo la gestione della fase di emergenza ora il paziente è sottoposto alle terapie che hanno lo scopo di ridurre la risposta infiammatoria e impedire infezioni. In questa fase, tuttavia, è ancora prematuro fare una prognosi visiva.