La birra fa bene al cuore:

La birra fa bene al cuore: "Una al giorno contro il colesterolo"

Prospero Rigali
Novembre 16, 2016

Gli studiosi hanno preso in esame 80.000 adulti cinesi, considerando il consumo di alcol riferito e i livelli di colesterolo buono per più di 6 anni. Si è visto che coloro che bevevano piccole quantità di alcol al giorno avevano una riduzione più lenta nel tempo del colesterolo buono. A tal proposito si ricorda che le lipoproteine che trasportano l'Hdl sono fondamentali perché puliscono i vasi sanguigni dalle pericolose impurità lasciate dal colesterolo Ldl, ovvero il colesterolo cattivo.

Ultimo di una lunga serie, un recente studio americano attesterebbe come un consumo quotidiano di birra pari a circa 20 cl (la proverbiale birra piccola) andrebbe ad agire sui valori ematici consentendo al colesterolo "buono" di proliferare e di svolgere così la sua tradizionale funzione di spazzino delle arterie, con evidenti vantaggi per tutto il sistema cardiovascolare, meno soggetto a cadere vittima di quei malfunzionamenti (infarto in primis) originati proprio da un eccesso di detriti nel tessuto venoso. Insomma, alla salute, ma con moderazione.

I livelli di HDL sono diminuiti nel corso del tempo in tutti i partecipanti, ma il consumo moderato di alcool è stato associato con un declino più lento rispetto ai non bevitori o bevitori pesanti. Ulteriori studi sono necessari per determinare se questo effetto si osserva anche in altre popolazioni e se ci sono risultati significativi e clinicamente rilevanti in base al tipo di alcol consumato.

Bere birra può tenere alla larga il rischio di ictus?

La birra fa bene al cuore. Un consumo moderato di alcol, soprattutto la birra, rallenta la degenerazione del colesterolo buono, con una maggior prevenzione nei confronti delle malattie cardiovascolari.

Accetta la privacy policy e la cookie policy per visualizzare il contenuto.