Terremoto: in 12 ore 200 scosse

Terremoto: in 12 ore 200 scosse

Aldobrando Tartaglia
Novembre 3, 2016

"Questa mattina - ha precisato il ministro - abbiamo mandato, nei posti colpiti dal terremoto, 120 unità tra Polizia e Carabinieri, che si sono aggiunte a quelle già presenti in quei territori e, in queste ore, altri 200 militari si stanno aggiungendo ai 220 operativi nelle zone rosse sin dal 24 agosto scorso". L'epicentro invece preciso e calcolato dal centro nazionale INGV sono Norcia, Castelsantangelo sul Nera, Arquata del Tronto, Preci, Accumoli, Montegallo, Visso, Cascia, Ussita, Montemonaco. Il direttore dell'Istituto di geologia ambientale e geoingegneria del Cnr, Paolo Messina spiega: "Si tratta di un'unica faglia che fortunatamente si è mossa in tre momenti diversi si diversi tratti, se si fosse mossa tutta insieme contemporaneamente avrebbe potuto superare i 7 gradi di magnitudo". Se allora il tributo di vittime fu enorme, il bilancio oggi fortunatamente è "solo" di alcune decine di feriti. "Gli sfollati fino a questo momento sono 25 mila": lo ha ribadito il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli precisando di aver fatto riferimento in precedenza al numero di centomila persone da assistere in termini puramente iperbolici. "Faremo la verifica dei numeri, non diamo numeri a caso".

Container entro Natale e consegna della casette di legno tra la primavera e l'estate per attendere la ricostruzione ma "nell'immediata emergenza" verrà chiesto a chi è stato colpito dal sisma di "spostarsi per qualche settimana". Tutti noi sappiamo che quei simboli del terremoto devono tornare, così come la chiesa di Assisi. "Da 10mila rischiamo di arrivare a 100mila persone che avranno bisogno di essere assistite", ha dichiarato il presidente della Regione, nella Sala operativa provinciale della Protezione civile, per monitorare la situazione dopo l'ultima scossa di terremoto.

C'è in atto un effetto domino nel sisma dell'Appennino. "Vicinanza alle popolazioni colpite anche dal Papa, che dopo l'Angelus ha detto di pregare "per i feriti e per le famiglie che hanno subito maggiori danni, come pure per il personale impegnato nei soccorsi e nell" assistenza". Intanto ad Amatrice, con le nuove scosse, ci sono stati nuovi crolli che hanno riguardato anche il 'palazzo rosso' rimasto in piedi il 24 agosto in mezzo a cumuli di macerie.

Nuovo terremoto nel Norcino.

In questi mesi un processo simile sta coinvolgendo l'Appennino centrale. Come documentano queste foto, tutto il resto, la forma a croce latina, l'abside, sono soltanto un ricordo. "Per cui poi tra l'altro lo Stato spende anche un sacco di soldi?". La parte alta della frazione di Castelluccio di Norcia è stata praticamente rasa al suolo dal forte terremoto di stamani, lo si apprende al Centro operativo comunale alle porte della città.

I due scienziati non vogliono enfatizzare, ma non minimizzano l'enorme processo geologico in atto. E la sequenza sismica gioca un peso determinante.

La stima fornita da uno dei principali centri sismologici internazionali, il National Earthquake Information Center (NEIC) del servizio geologico degli Stati Uniti (United States Geological Survey), è di diversi milioni di terremoti che accadono nel mondo ogni anno. "Ci sono problemi di viabilità dappertutto, a cominciare dalla Salaria chiusa", ha spiegato ancora il capo della Protezione civile.