Migranti: Palermo, arrivata al porto nave con 17 salme

Migranti: Palermo, arrivata al porto nave con 17 salme

Prospera Giambalvo
Novembre 2, 2016

Si ipotizza che l'uomo, che era stato tratto in salvo insieme alla moglie di 38 anni, sia morto per embolia polmonare.

Per chi ce l'ha fatta invece, il viaggio dovrà proseguire prima verso l'hotspot di Milo, per le procedure di identificazione e foto-segnalamento, e poi verso le strutture di accoglienza.

L'Italia con i migranti "fa la sua parte in modo civile, ma naturalmente non lo possiamo fare da soli: deve essere molto chiaro che questo è anche un messaggio all'Europa", ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, all'aeroporto di Fiumicino dove ha accolto altri 75 profughi siriani giunti da Beirut grazie al progetto pilota dei 'corridoi umanitari'. I migranti provengono da Nigeria, Guinea Conakry, Costa d'Avorio, altri Paesi subsahahriani e Pakistan. Ad attendere i migranti in arrivo ci sarà la task force coordinata dalla prefettura e formata, oltre che dalle forze dell'ordine, da personale dell'Azienda sanitaria provinciale, del 118, dai volontari della della Caritas e della Croce Rossa, e dai tecnici del Comune. La nave Siem Pilot, con a bordo 1.116 migranti e 17 salme, attraccherà a Palermo. Ad aprirla la Procura di Palermo. Sembra che alcuni dei migranti morti sarebbero stati uccisi da miliziani libici. A Messina è arrivata questa mattina alle ore 8 la nave militare ausiliaria tedesca Werra con a bordo 857 migranti. E ancora una nave è attesa ad Augusta, in provincia di Siracusa. Nel canale di Sicilia in attesa di altri salvataggi restano la nave Dattilo che ha già a bordo 434 migranti, la nave Iuventa con 278 migranti a bordo, la nave Rio Segura con 117 persone raccolte davanti le coste libiche.