Fabrizio Corona arrestato, Don Mazzi:

Fabrizio Corona arrestato, Don Mazzi: "Va curato, ma non in carcere"

Aldobrando Tartaglia
Ottobre 18, 2016

Fabrizio Corona e Giovanni Cottone dividono la cella 109 nel terzo raggio del carcere di San Vittore a Milano, a rivelare la notizia è Dagospia. L'ex 're dei paparazzi' e' stato arrestato il 10 ottobre con l'accusa di intestazione fittizia dei beni in relazione al ritrovamento nel controsoffitto di un immobile, riconducibile a una sua collaboratrice, di 1,7 milioni di euro. Le ultime sono quelle del noto sacerdote don Mazzi che, durante la puntata odierna di Mattino 5 ha dichiarato: "Nei quattro mesi, in cui è stato nella mia comunità, si è comportato come tutti gli altri". E poi sono in tre in cella, e non in otto.(...) E poi, al terzo raggio Fabrizio Corona ha trovato la televisione, per seguire i suoi amati reality. I problemi di Corona, come tanti altri, non si possono risolvere in galera. Va curato. Con l'aiuto di uno psichiatra, avremo tirato fuori un Corona diverso. Il caso non ha potuto che scatenare enormi polemiche, discussioni sull'opportunità di concedergli una possibilità poco più di un anno fa e su quanto l'uomo sia inquadrabile in un'idea di riabilitazione etica e morale dopo le esperienze del carcere prolungato.

Corona ha sempre compagnia. Dunque gli è stato revocato l'affidamento ai servizi sociali che aveva ottenuto anche grazie all'intercessione di don Mazzi. Si può rieducare delle persone in maniera più umana, positiva, civile. Fuori dal carcere. Lui è entrato subito nel clima della comunità, si alzava, faceva un'ora di educazione fisica, lavorava 5 ore, puliva i cessi, ha fatto il suo dibattito e la riflessione. Il sacerdote pensava di voler lavorare di più, ma i generale i vuole pazienza perché sono ragazzi che devono ricostruire la propria identità.