Congo:scontri Kinshasa, decine di morti

Congo:scontri Kinshasa, decine di morti

Prospera Giambalvo
Settembre 21, 2016

Sono in corso scontri a Kinshasa, capitale della Repubblica Democratica del Congo, tra polizia e dimostranti appartenenti al "Rassemblement", un gruppo di partiti dell'opposizione che sostengono il candidato Étienne Tshisekedi, nelle elezioni presidenziali la cui data non è stata ancora stabilita. Altre due persone sono state uccise oggi dopo che le sedi di cinque partiti d'opposizione sono state prese d'assalto.

Le notizie sono piuttosto frammentarie: sono state incendiate delle macchine, la polizia e i soldati hanno sparato gas lacrimogeni e anche dei proiettili.

Il governo, in precedenza, aveva parlato di almeno 17 morti nelel violenze che hanno preceduto una manifestazione.

La Repubblica Democratica del Congo (RDC, detta anche Congo belga per il suo passato coloniale, e dal 1971 al 1997 nota ufficialmente con il nome di Zaire), è uno stato dell'Africa centrale molto instabile: qui da qualche anno vanno avanti combattimenti tra ribelli e forze armate governative, che hanno costretto centinaia di migliaia di persone a lasciare le loro case. Da tempo gli avversari di Kabila denunciano l'intenzione del capo dello stato di rimandare le elezioni presidenziali previste entro fine novembre per rimanere il più a lungo al potere, dal momento che la Costituzione gli vieta di candidarsi per un terzo mandato.

La scorsa settimana i sostenitori di Kabila e alcuni membri dell'opposizione avevano annunciato di aver trovato un accordo sui tempi delle prossime elezioni.