Milan, Montella:

Milan, Montella: "Non ci sono gerarchie: voglio competitività anche in allenamento"

Minervino Buccola
Settembre 20, 2016

Così, dopo la panchina di Marassi di Carlos Bacca che ha fatto riapparire voglia, energie e istinto killer quando il colombiano è entrato in campo (tanto che torna subito titolare), alle 20.45 Montella tenta una scommessa bis e tocca a un altro "ex intoccabile", niente meno che Jack Bonaventura, prendersi una pausa. "Secondo me abbiamo ampi margini di crescita".

Milan Montella in conferenza - Il tecnico rossonero così analizza gli avversari di domani: "La Lazio è una squadra logica".

Serie A, tutte le partite del 20 e del 21 settembre. Donadoni e Giampaolo si scontrano dopo due sconfitte amare, una contro il Napoli per la squadra di casa e contro il Milan per la Samp, che si è vista annullare un goal. "Per adesso mi rapporto felicemente e con orgoglio a questa società, poi vedremo quale sarà il futuro". Bacca. "Per un calciatore sia più importante avere un rendimento da capocannoniere in modo continuativo che vincere la classifica Per Bacca parlano i numeri". I complimenti sono tutti per questi ragazzi che, nonostante le numerose occasioni sprecate, non si sono abbattuti e hanno continuato a lottare fino alla vittoria. Il Milan, reduce dalla prima vittoria, ospita una Lazio in cerca di continuità con l'obiettivo di sfatare uno storico tabù: parte da favorita, ma con i piedi per terra. Contro il Genoa, in Liguria, arriva invece il Napoli di Sarri, che sembra non rimpiangere la vendita milionaria di Gonzalo Higuain, sostituito da un eccellente Milik che è costato un terzo dell'incasso del Pipita.

FELIPE ANDERSON - "Felipe ha lavorato benissimo contro il Pescara e sono molto contento di lui anche per come si allena". Sulla mediana si rivede Kucka, probabile anche il tentativo Locatelli dal primo minuto. Discorso diverso in difesa, dove ci saranno diversi ballottaggi, specie sulle fasce, mentre in mezzo Paletta sarà confermato accanto a Romagnoli. Sono ampiamente soddisfatto di questo inizio. L'Udinese manca di stabilità e farà di tutto per tener testa ai viola, soprattutto di fronte ai suoi tifosi. "È una partita importante, difficile, che dovremo interpretare bene e con furore agonistico".