Ferrovie Sud Est, chiesto fallimento

Ferrovie Sud Est, chiesto fallimento

Aldobrando Tartaglia
Luglio 26, 2016

Per la Procura di Bari, la società Ferrovie del Sud Est deve fallire. A spingere i magistrati baresi a richiedere il fallimento delle Sud Est, sono i debiti da oltre 300milioni di euro che la società ha accumulato con la precedente gestione guidata da Luigi Fiorillo. L'istanza, depositata presso il Tribunale di Bari, sarà assegnata nei prossimi giorni alla competente sezione fallimentare che dovrà valutarla. L'ammanco, che avrebbe portato la società al dissesto, è stato accertato dalla magistratura barese nell'ambito di un'indagine per peculato, abuso d'ufficio e truffa aggravata ai danni dello Stato. Si prefigura così l'ipotesi di reato di bancarotta a carico a carico della vecchia dirigenza.

Solo nelle ultime ore, infatti, Fiorillo e gli altri indagati erano stati raggiunti da perquisizioni e accertamenti dell'autorità giudiziaria. Con questi nuovi elementi, il quadro accusatorio si aggrava ancora di più, sommandosi a quanto già preso in esame nel processo sui vagoni d'oro, vicino alla conclusione dell'udienza preliminare, fissata per il 25 ottobre.