Roma, violentano una donna al settimo mese di gravidanza in una scuola

Roma, violentano una donna al settimo mese di gravidanza in una scuola

Aldobrando Tartaglia
Giugno 28, 2016

E stato un residente della zona a dare lallarme al 112, dopo aver udito delle urla provenire dallinterno del cortile della scuola. A salvare una somala sono stati polizia e carabinieri che hanno interrotto uno stupro di gruppo all'interno di un istituto scolastico all'Esquilino a Roma. Poco dopo, i Carabinieri unitamente agli agenti della Polizia di Stato giunti nel frattempo, hanno salvato la donna e arrestato i due. Poco prima le urla della donna erano state sentite da alcuni passanti che avevano allertato subito le Forze dell'Ordine del Commissariato Esquilino.

La donna ha raccontato di aver conosciuto i due romeni nel pomeriggio.

I due uomini, entrambi con precedenti, dovranno ora rispondere dell'accusa di violenza sessuale in concorso.

L'hanno aggredita e violentata in una scuola in via Conte Verde a Roma, a due passi da Piazza Vittorio. Poi le fanno violenza, nonostante sia incinta al settimo mese.

I due l'avrebbero costretta a seguirli nell'edificio dove, in un sottoscala, si sarebbe verificata la violenza sessuale: dopo averla lasciata con solo il reggiseno, a turno avrebbero abusato di lei per diversi minuti. Sono stati proprio i carabinieri e i poliziotti, infatti, a bloccarli, allertati dalla telefonata di un residente e guidati attraverso i corridoi della scuola dalle grida della vittima, fino a quel buio sottoscala, alcova improvvisata dell'ennesima violenza. La donna è stata accompagnata in ambulanza al Pronto Soccorso e dai controlli non ci sono complicazioni per il bambino. La donna è stata trasportata in ospedale, dove le sono stati fatti una serie di esami tra cui il controllo del feto. Restano però sul tavolo dei magistrati la denuncia della ragazza e la testimonianza di militari e agenti.