La verità, vi prego, su Ustica

La verità, vi prego, su Ustica

Aldobrando Tartaglia
Giugno 28, 2016

Mi auguro che, anche attraverso queste misure, vengano compiuti quei passi decisivi che ancora ci separano dalla verita' e possa chiudersi la stagione dei misteri che hanno reso torbidi troppi passaggi della recente storia italiana', conclude la presidente della Camera. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.

Per quasi 11 anni le uniche immagini di quella strage sono quelle dei corpi emersi sulla superficie delle acque a poche ore di distanza dal fatto. Nel mare di Ustica, la sera del 27 giugno 1980, si inabissa il Dc9 Itavia partito da Bologna e diretto a palermo. "E' una domanda di giustizia - ha scritto il Capo dello Stato - quella che le famiglie rappresentano".

"La ricorrenza della strage d Ustica - ha aggiunto - rinnova lo strazio dei familiari e il dolore del Paese intero, che non può certo dimenticare quella ferita così profonda nel proprio tessuto sociale e nella storia stessa della Nazione". A questa domanda devono corrispondere, con serieta' e dedizione, le istituzioni nazionali e quelle estere chiamate a collaborare, perche' le nostre democrazie si fondano su valori e diritti che non possono sottrarsi al criterio della verita'.

"Vicinanza umana e istituzionale" viene espressa anche dal presidente del Senato Grasso, che scrive anch'egli ai familiari delle vittime, parla di "sofferenza mai sopita" e riflette "sulla nostra capacità di affrontare un passato doloroso e oscuro del quale non abbiamo purtroppo piena contezza".

"Il nostro è un film che rivendica quel ruolo che solo il cinema sa avere" – afferma il regista Renzo Martinelli – "con questopera intendiamo sfruttare la capacità del cinema di stimolare riflessioni come nessun altro media è in grado di fare con altrettanta potenza".

Perché allora le manifestazioni di cordoglio diventano obbligate: "Trentasei anni e c'è ancora chi ha paura della verità". Lo Stato ha il dovere di continuare a ricercare la verita'. Per questo si cerca di ricostruire la vicenda nel modo più verosimile possibile, con una sceneggiatura che è frutto di un impegno di ricerca durato 3 anni, supportato da due ingegneri aeronautici che hanno vagliato migliaia di documenti relativi a perizie e testimonianze.