Saldi estivi Milano 2016: quando iniziano? Ecco la data

Saldi estivi Milano 2016: quando iniziano? Ecco la data

Bruto Chiappetta
Giugno 27, 2016

I saldi estivi 2016 partiranno il prossimo sabato 2 luglio in tutte le città italiane con eccezione per la Sicilia, che invece avrà una sua autonomia nella scelta della data dei saldi.

Sabatino Senatore concorda con il Presidente Nazionale, Renato Borghi, che ha dichiarato: "La stagione ed i consumi vanno a rilento anche a causa del clima e i saldi saranno particolarmente vantaggiosi per i consumatori che potranno acquistare una gran varietà di abiti, scarpe, costumi da bagno, a prezzi bassi".

Ma una novità un po' allarmante è quella relativa alla corsa allo sconto, che secondo alcune previsioni potrebbe non avvenire: a dichiararlo è il Codacons, secondo il quale lo scontrino medio potrebbe attestarsi intorno ai 67 euro a testa.

L'andamento degli sconti di fine stagione, "tuttavia, non sarà omogeneo sul territorio e forti differenze si registreranno anche in base alla tipologia di esercizio commerciale" avverte il Codacons. È improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori. 3. "A tutto svantaggio dei piccoli negozi e delle periferie, che vedranno una riduzione del giro d'affari". Per evitare gli acquisti d'impulso, entrate nei negozi consapevoli di cosa vi serve veramente, e cercate di acquistare prodotti di buona qualità.

E ancora, diffidate degli sconti superiori al 50%: spesso nascondono merce non proprio nuova.

Non è vero che la merce in svendita non può essere cambiata, anche i capi di abbigliamento acquistati in saldo devono essere sostituiti se difettosi.

NEGOZI E VETRINE. Non acquistate nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. Il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile. Il consiglio è di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati. Se l'esercizio commerciale accetta il pagamento con bancomat e carte di credito, esso deve essere permesso anche durante i saldi, senza costi aggiuntivi.

FREGATURE. Se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi al Codacons, oppure chiamate i vigili urbani.