Caso Bccv, l'assessore regionale Ego Perron indagato per nuova concussione

Caso Bccv, l'assessore regionale Ego Perron indagato per nuova concussione

Aldobrando Tartaglia
Giugno 23, 2016

La Procura di Aosta sta indagando sull'ipotesi di trasferimento di una filiale della Banca di credito cooperativo valdostana in un immobile di proprietà dell'assessore regionale al bilancio e finanze Ego Perron. Assieme a luisono indagati anche Marino Cossard, ex presidente della Bccvaldostana, e Marco Linty, attuale presidente dell'istitutobancario. L'operazione, di fatto mai concretizzatasi, riguardava la filiale di Fénis. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato. "Qualora avessi elementi nuovi, non avrò problemi a fornirli al Consiglio" ha detto in aula l'Assessore Ego Perron sollecitato dal consigliere di Alpe Alberto Bertin che chiedeva spiegazioni sulla vicenda.

Marco Linty presidente di Bccv
Caso Bccv, l'assessore regionale Ego Perron indagato per nuova concussione

Nel settembre 2015 i carabinieri - sul mandato del pm Luca Ceccanti - avevano acquisito documentazione nel Comune di Fénis e alla Bcc valdostana.