Penati (Fondo Atlante):

Penati (Fondo Atlante): "Sulla Popolare di Vicenza troveremo presto un partner"

Bruto Chiappetta
Giugno 7, 2016

"Spero si riaprano i termini per raccogliere nuovi fondi" ha dichiarato, parlando del Fondo Atlante, a margine di un evento del Festival dell'Economia.

"C'erano due banche ad altissimo rischio, anzi per una si è già realizzato, per la Banca Popolare di Vicenza che, con il suo fallimento avrebbe trascinato l'intero sistema bancario italiano", perché tali eventi provocano "disagio, con le Borse che fanno perdere continuamente anche le banche che stanno bene" afferma Guzzetti a 'L'intervista' di Maria Latella a Sky Tg 24.

Il presidente di Quaestio Sgr ha confermato inoltre "l'interesse" da parte di altri istituti di credito, tra cui Bper, senza però indicare i soggetti e le proposte avanzate. Il benchmark deve essere una emissione molto molto grossa.

"Penati accanto all'obiettivo di togliere alle nostre banche le sofferenze -conclude- ha anche un obiettivo molto importante per il nostro Paese e per le banche: quello di creare un mercato delle sofferenze" per n o n stare alla "mercè delle agenzie straniere che comprano a prezzi bassissimi ma a tutela delle nostre banche che potranno venderle in un mercato". Il fondo si è impegnato a sottoscrivere l'eventuale inoptato dell'aumento di capitale da 1 miliardo di Veneto Banca a patto di avere almeno il 50,1% dell'istituto. Nella comunità finanziaria internazionale c'è un forte scetticismo sulla capacità d'intervento del fondo Atlante, ma la missione di risanamento che gli è stata affidata non è impossibile.

Secondo Penati, "l'emissione viene fatta da un veicolo, non da Atlante".